mercoledì 20 settembre 2017

[Libri] La mia sfida più grande di Terri Osburn




Titolo: La mia sfida più grande
Autore: Terri Osburn
Editore: AmazonCrossing
Formato: Paperback
Pagine: 318
ISBN: 9781503941083

Lucas Dempsey è fuggito da Anchor Island subito dopo il diploma per allontanarsi dall'isola in cui è cresciuto e dedicarsi alla carriera legale. Quando però il padre ha un attacco cardiaco, non può che offrirsi volontario per gestire il ristorante di famiglia, nonostante l'ego ancora a pezzi per colpa di Beth, la fidanzata che l'ha lasciato per il fratello maggiore. Sid Navarro, meccanico irriverente, è lieta di mettere da parte i suoi attrezzi per aiutare i Dempsey. Finché non si rende conto che lavorerà insieme a Lucas, il suo amore segreto fin da ragazzina. Sid sa che mostrare i suoi veri sentimenti significherebbe farsi spezzare il cuore, ma la tentazione di avere Lucas nel suo letto è troppo forte per resisterle. Dopo un inizio burrascoso, le cose tra Lucas e Sid si faranno bollenti. E a un tratto separarsi diventerà una sfida che forse nessuno dei due avrà più intenzione di vincere.


Questo libro è il secondo capitolo ambientato a Anchor Island, ma nonostante i luoghi e i personaggi siano gli stessi del precedente volume, l'attenzione si sposta su due nuovi protagonisti. Mi è piaciuto molto come l'autrice sia riuscita a scrivere qualcosa di nuovo e totalmente diverso pur riuscendo a ricreare l'ambiente familiare che mi aveva conquistata precedentemente.
In questo caso l'isola è messa un po' in secondo piano e devo dire che in alcuni momenti un po' mi è mancata, la scena è totalmente concentrata su Sid e Lucas. La ragazza mi aveva fatto una buona impressione sin dal precedente romanzo, qui riesce a emergere attraverso il suo carattere forte e risoluto ma allo stesso tempo dolce e sensibile. Mi è piaciuta la sua caratterizzazione, non è la classica protagonista femminile ma nasconde molte doti che me l'hanno fatta apprezzare. Lucas mi era sembrato altezzoso e un po' antipatico, nelle prime pagine del libro conferma questo atteggiamento ma andando avanti migliora, però non è riuscito a convincermi completamente.
Gli altri personaggi vengono lasciati in secondo piano e, avendo capito la struttura della serie, penso che ci sarà spazio per nuove coppie che potrebbero nascere.
La trama non è particolarmente avvincente e in molti punti è scontata, il finale è prevedibile sin dall'inizio e troppo simile al precedente però il libro è piacevole da leggere se ci si aspetta una storia senza troppe pretese per passare qualche ora di svago.
Voto: 4/5

Partecipo a:
The Hunting Word Challenge: faro (in copertina)

sabato 16 settembre 2017

[Libri] Before. After forever di Anna Todd




Titolo: Before. After forever
Autore: Anna Todd
Editore: Sperling & Kupfer
Formato: eBook
Pagine: 359
ISBN: 9788820094546

Prima di lei c'era soltanto il vuoto. Dopo, un amore infinito. Hardin non si sarebbe mai aspettato che la sua vita potesse cambiare tanto, e anche se lo avesse saputo, in fondo, non gli sarebbe importato. Perché non gli è mai importato di nulla, neanche di se stesso... fino al giorno in cui ha incontrato lei. Tessa. Avrebbe dovuto essere solo un gioco, l'ennesimo. E per un po' lo è stato. Poi però gli occhi grigi di Tessa hanno invaso i suoi sogni, e le sue labbra lo hanno fatto impazzire. Allora ogni respiro, ogni pensiero ha cominciato a dipendere da lei. È iniziato tutto così. Due anime. Un destino. Un amore infinito. Che, fin dal principio, è stato un vortice, potente quanto distruttivo, capace di trascinare con sé all'inferno e ritorno chiunque trovasse sulla propria strada. Christian, Molly, Steph e non solo. E tra le pagine di Before sono proprio loro, per la prima volta, a raccontare, insieme a Hardin, tutto quello che c'è stato prima dell'incontro tra lui e Tessa e quello che è venuto dopo. Per vivere la storia di questo amore infinito con occhi nuovi e scoprirne tutti i retroscena. Perché Before è tutto il mondo di After che ancora non è stato raccontato. E molto, molto di più.


Questo libro racconta la storia di After dal punto di vista di Hardin e, se si considera che è sicuramente lui il personaggio dalla psicologia più complessa di tutta la serie è, almeno sulla carta, un'idea piuttosto interessante. Peccato che le buone intenzioni iniziali si perdano per strada.
Il romanzo è diviso in tre parti, la prima è quella che mi è piaciuta di più perché si svolge prima dell'incontro tra i due protagonisti. In particolare abbiamo una breve visione sul passato delle ragazze della serie. Tra tutte ho apprezzato la parte dedicata a Molly, che mi ha fatto un po' cambiare idea sul personaggio: la tragedia che ha l'ha colpita è una sorta di giustificazione al suo comportamento nei confronti di Tessa. Invece non ho affatto gradito le pagine raccontate da Steph, che sono state capaci di farla diventare ancora più antipatica.
La parte centrale riprende la trama principale della saga ed è quella che mi è sembrata più noiosa, è interessante vedere le cose dal punto di vista maschile e scoprire qualche retroscena ma alla fine sembra soltanto di rileggere un riassunto dei volumi precedenti.
L'ultima parte è dedicata, nei primi capitoli, ai personaggi maschili ma mi è sembrata debole e poco avvincente. La fine ci porta nella vita adulta di Tessa e Hardin riprendendo, anche in questo caso, la parte conclusiva del quinto libro di After, regalandoci qualche momento di quotidianità dei due ma senza aggiungere molto a quanto già letto in passato.
Voto: 3/5

Partecipo a:
Leggendo SerialMente: Romance (6)
Il Giro del Mondo in 80 Libri: Buthan - leggete un libro in cui il colore predominante nella cover sia il giallo o l'arancione

venerdì 15 settembre 2017

[Libri] La migliore amica di Claire Douglas




Titolo: La migliore amica
Autore: Claire Douglas
Editore: Nord
Formato: eBook
Pagine: 285
ISBN: 9788842929291

Ogni cosa le ricordava la sua migliore amica. E il segreto che condividevano. Subito dopo la misteriosa scomparsa di Sophie, Francesca aveva capito di non poter più restare a Oldcliffe, la cittadina di mare dov'era nata e cresciuta, e si era trasferita a Londra per cominciare una nuova vita. Ma non è mai riuscita a dimenticare. Così, quando il fratello di Sophie la contatta per informarla che sono stati rinvenuti dei resti umani vicino al vecchio molo, proprio nel luogo in cui la ragazza era stata vista per l'ultima volta, Francesca vorrebbe solo nascondersi, essere lasciata in pace. Poi però cede alle insistenze dell'uomo, che chiede il suo aiuto per ricostruire cosa è veramente accaduto a Sophie quella sera di vent'anni prima. Non appena ritorna a Oldcliffe, tuttavia, Francesca ha l'impressione di essere costantemente seguita, forse spiata. E il sospetto diventa certezza nel momento in cui inizia a ricevere inquietanti messaggi anonimi e telefonate mute. Come se qualcuno sapesse tutto di lei e volesse impedirle di scoprire la verità. Una verità che le costerebbe molto caro. Perché potrebbe portare alla luce anche il segreto che Francesca e Sophie avevano giurato di custodire a ogni costo...


Sin dalle pagine iniziali il libro mi ha trasmetto un senso di angoscia costante. La prima parte mi è sembrata particolarmente lenta, la seconda metà invece è andata molto veloce, tanto che l'ho terminata in una sera, però paradossalmente è quella che mi è piaciuta meno.
Ho apprezzato l'alternanza della narrazione affidata alle due protagoniste: Frankie racconta al presente quello che sta vivendo, le sue paure e il suo costante affidamento al vino sono specchio di una psicologia tormentata che però non riesce a creare empatia, anzi andando avanti nella lettura mi è sembrata sempre più antipatica e altezzosa. Il passato è invece affidato al diario di Sophie ed è grazie a lei che, pezzo dopo pezzo, riusciamo a ricostruire cosa è accaduto l'estate di quasi vent'anni prima. Si arriva però a conoscere i fatti in modo lento e bisogna aspettare ben oltre la metà del libro per vedere finalmente svelati gran parte dei segreti e riuscire così a farci un'idea di come siano andate realmente le cose.
Come in ogni giallo che si rispetti non manca il colpo di scena, che tuttavia non mi è proprio piaciuto. Tutta la suspense creata fino a quel momento si risolve in modo debole, avrei preferito che la storia procedesse in modo più lineare senza lo stravolgimento finale che ho trovato davvero eccessivo.
Voto: 3/5

Partecipo a:
La Ruota delle Letture: copertina verde - leggi un libro la cui copertina sia prevalentemente verde
The Goose Reading Challenge: casella 21 - libreria verde (narrativa contemporanea)
Il Giro del Mondo in 80 Libri: Liechtenstein - leggete un libro con la parola "migliore" nel titolo

giovedì 14 settembre 2017

[Libri] Il libro dei profumi perduti di M.J. Rose




Titolo: Il libro dei profumi perduti
Autore: M.J. Rose
Editore: Fabbri
Formato: eBook
Pagine: 430
ISBN: 9788865970119

Jac L'Étoile è da sempre in fuga dal passato. Ultima erede di una grande e decaduta famiglia di profumieri francesi, è tormentata dal ricordo di un amore perduto e da misteriose visioni innescate dalle fragranze esotiche che respira fin da bambina. Per liberarsene è fuggita a New York, dove lavora come studiosa di mitologia e autrice televisiva. Ma il passato riemerge quando il fratello Robbie, deciso a tentare il tutto per tutto pur di risollevare le sorti della famiglia, le annuncia di aver ritrovato un antico testo, Il libro dei profumi perduti, e alcune tracce del leggendario profumo delle anime gemelle, un'essenza in grado di risvegliare memorie di vite trascorse e fornire così la prova della reincarnazione. È l'inizio di un'avventura sconvolgente che costringerà Jac a fare i conti con i propri fantasmi e ad affrontare oscuri nemici per i quali la posta in gioco non sono i sentimenti, ma il potere. Dall'Egitto di Cleopatra alla Francia rivoluzionaria, dalle montagne del Tibet alle catacombe di Parigi, Il libro dei profumi perduti è un vero e proprio thriller dell'anima, un travolgente susseguirsi di intrighi, passioni e colpi di scena capace di regalare forti emozioni a ogni pagina.


Questo libro è suggestivo, un romanzo di intrighi e misteri dove, attorno ai profumi e alla loro particolarissima arte, si intrecciano aggressioni, furti e omicidi. Molti personaggi infatti non sono quello che appaiono e si è portati spesso a dubitare quasi di tutti.
Mi hanno affascinato molto tutte le parti riguardanti la composizione dei profumi: le descrizioni degli odori e delle sensazioni sono vivide e permettono di immergersi nella vicenda, come se si fosse presenti davvero sulla scena.
Ho trovato interessante lo spunto usato dall'autrice per costruire tutta la trama, i collegamenti storici che intrecciano un filo di collegamento nei vari secoli attraverso i quali il romanzo si muove. Però gli argomenti trattati sono troppi, tanto che purtroppo alcuni di essi non vengono approfonditi. Mi sarebbe piaciuto, ad esempio, avere maggiori informazioni sul passato della protagonista, vista la sua psicologia complessa.
La narrazione mi è sembrata molto lenta soprattutto all'inizio del libro, migliora un po' andando avanti anche se i ricorrenti cambi di ambientazione e lo spostamento continuo sui numerosi personaggi non giovano al ritmo, oltre a distogliere l'attenzione del lettore, confondendo spesso le idee.
Voto: 3/5

Partecipo a:
The Hunting Word Challenge: profumo (nel titolo e in copertina)

mercoledì 13 settembre 2017

[Libri] La piccola casa dei ricordi perduti di Helen Pollard




Titolo: La piccola casa dei ricordi perduti
Autore: Helen Pollard
Editore: Newton Compton
Formato: eBook
Pagine: 338
ISBN: 9788822709479

Emmy Jamieson arriva a La Cour des Roses, una bella pensione nella campagna francese, con l'intenzione di trascorrere due settimane di relax in compagnia di Nathan, il suo fidanzato. Tra loro c'è qualche problema, ma Emmy è certa che questa vacanza risolverà tutto. Si sbaglia... Neanche il tempo di disfare le valigie e Nathan se l'è già svignata con Gloria, la moglie di Rupert, il proprietario della pensione. L'uomo è scioccato ed Emmy, sentendosi in parte responsabile dell'accaduto, si offre di aiutarlo a gestire la pensione. Emmy ha il cuore a pezzi, ma si trova all'improvviso in una dimensione nuova, circondata da tanti amici. E anche da qualche uomo interessante: Ryan, il provocante giardiniere, e Alain, il ragazzo che si occupa dell'amministrazione, irritante ma bellissimo. Mentre Emmy si riappropria del proprio tempo e del contatto con la natura comincia a sentirsi a casa. Ma sarebbe una follia lasciare amici, famiglia e tutto ciò per cui ha sempre lavorato... O no?


Mi è piaciuta molto l'idea alla base del romanzo, la voglia della protagonista di riappropriarsi della propria vita ed essere finalmente felice, superando un grande dolore e affrontando di petto la realtà e i problemi quotidiani, tuttavia la trama mi è sembrata un po' banale.
Il romanzo inizia con un colpo di scena che, appena letto, personalmente mi è apparso confuso: non conoscendo i personaggi ho fatto fatica a districarmi nella concitazione di quanto scritto, tanto che all'inizio ho confuso i ruoli. Dopo quest'unico momento di suspense la storia è lenta, guadagna un po' di ritmo andando avanti ma è come se, di base, rimanesse sempre un po' piatta, senza grandi stravolgimenti.
Il rapporto tra Emmy e Ryan è scontato, molto più realistico quello con Alain, anche se anch'esso piuttosto prevedibile.
L'ambientazione è molto bella, le descrizioni dei luoghi, della natura e dei profumi della cucina di Rupert fanno venire voglia di visitare La Cour des Roses e prenotare una vacanza in quella zona della Francia.
Voto: 3/5

Partecipo a:
The Hunting Word Challenge: casa (nel titolo e in copertina)

lunedì 11 settembre 2017

[Libri] Scritto nel destino di Terri Osburn




Titolo: Scritto nel destino
Autore: Terri Osburn
Editore: AmazonCrossing
Formato: Copertina flessibile
Pagine: 316
ISBN: 9781503934054

Beth Chandler ha passato tutta la vita tentando di compiacere gli altri. Ha studiato legge per far contenti i nonni. Ha acconsentito a sposare Lucas, il fidanzato maniaco del lavoro, per farlo felice. E, nonostante la fobia per le barche, è salita su un traghetto per conoscere i futuri suoceri e fare contenti anche loro.
Durante un attacco di panico in mare aperto, Beth incontra uno sconosciuto alto e attraente che placa le sue paure... e le fa battere il cuore allo stesso tempo. Ben presto Beth ha una nuova ragione per andare nel panico: il suo bellissimo salvatore dagli occhi azzurri altri non è che il fratello di Lucas, Joe. Ma lei non potrebbe mai lasciare il fidanzato... Anche se l'attenzione di Lucas è più concentrata sul diventare socio dello studio legale che sulla la loro relazione. E se Joe fosse tutto ciò che Beth non sapeva di aver sempre voluto?


Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro, è un romanzo senza troppe pretese ma si è rivelato meno frivolo di quanto immaginassi. Il genere è perfetto per staccare la mente per qualche ora, lo stile di scrittura è semplice e veloce, anche se non ho molto apprezzato i discorsi mentali della protagonista (che fortunatamente sono pochi).
I personaggi mi sono piaciuti, la trama è basilare e, per alcuni aspetti, forse un po' banale, ha tutte le caratteristiche del classico romanzo rosa ma non si è rivelata stucchevole. Ho trovato Beth particolarmente realistica: debole in alcuni aspetti della sua vita ma particolarmente determinata in altri, il suo carattere è ben descritto e si addice al personaggio. Avrei gradito un maggiore approfondimento sul suo passato, visto che i fatti accaduti nella sua infanzia spiegano molti dei suoi comportamenti.
Nonostante sia quello che mi abbia colpita meno, ho trovato particolare il personaggio di Lucas: l'autrice è stata molto brava a dotarlo di caratteristiche che spingono il lettore a tifare per la coppia Beth-Joe, nonostante il particolare rapporto che si crea fra i tre.
Mi sono innamorata di Anchor Island, dei suoi negozietti e delle altre piccole attività. Le belle descrizioni, ispirate ad una vera isola del North Carolina, mi hanno davvero fatto venire voglia di partire e passare qualche settimana con i suoi abitanti.
Voto: 4/5

Partecipo a:
The Hunting Word Challenge: destino (nel titolo)
The Goose Reading Challenge: casella 19 - leggi un'opera prima e vinci un buono per uscire gratis di prigione

sabato 9 settembre 2017

[Libri] La biblioteca sull'oceano di Ashley Hay




Titolo: La biblioteca sull'oceano
Autore: Ashley Hay
Editore: Sperling & Kupfer
Formato: Copertina rigida
Pagine: 317
ISBN: 9788820061319

In una piccola città in riva all'oceano, c'è una biblioteca dove gli abitanti vanno in cerca di pace e di sogni. È lì che ad Ani viene offerta una nuova possibilità dopo che un crudele scherzo del destino l'ha lasciata sola a crescere la sua bambina; è tra le pagine dei libri che spera di trovare un senso a ciò che le è accaduto e ciò che le è rimasto. Tra quei vecchi scaffali, anche il dottor Draper vorrebbe ritrovare la sua vita di un tempo, di quando ancora non aveva conosciuto la guerra e un senso di colpa per tutti coloro che non è riuscito a salvare. Mentre il suo amico Roy, che al fronte si è scoperto poeta, vaga alla ricerca delle parole che ha perduto proprio in tempo di pace. Finché una poesia anonima ricevuta da Ani irrompe in quel tempo sospeso e riavvia il corso di quei tre destini, ormai intrecciati per sempre in un'unica storia.


Avevo grandi aspettative su questo libro e, purtroppo, devo ammettere di essere rimasta un po' delusa. In particolare, pensavo che la biblioteca del titolo avesse un ruolo più importante e determinante nella trama, invece rimane per lo più uno sfondo alle altre vicende, spesso accennato ma solo in poche occasioni davvero protagonista.
Lo stile di scrittura dell'autrice mi è comunque piaciuto molto, ho trovato particolarmente belle le descrizioni dei paesaggi australiani che arricchiscono la narrazione senza rallentarla, diventando lo specchio dei sentimenti dei vari personaggi.
La storia d'amore di Ani e Mac, che viviamo per tutto il libro grazie a continui flashback, è molto tenera e allo stesso tempo malinconica, ho trovato dolorosissima e molto reale la parte dell'incidente e della presa di coscienza della donna su cosa è accaduto e soprattutto su cosa sarà in futuro, il senso di vuoto che emerge dai suoi pensieri e dai suoi comportamenti è estremamente coinvolgente.
Frank mi è apparso un po' antipatico all'inizio e, ai miei occhi, non è riuscito a scrollarsi questa caratteristica. Invece mi è piaciuto molto Roy, un uomo dal cuore tormentato, incapace di dimenticare e andare avanti. Il suo colpo di scena finale mi ha spiazzata, ma a mente fredda è perfetto per il personaggio.
Protagonista silenziosa del libro è la guerra, già terminata nel periodo descritto ma sempre presenza quasi ingombrante nella vita di tutti i cittadini del paese, tanto da rimanere uno sfondo costante e importante nella narrazione.
Voto: 3,5/5

Partecipo a:
La Ruota delle Letture: obiettivo 5 - leggi un libro di una CE maggiore
Il Giro del Mondo in 80 Libri: Vietnam - leggi un libro in cui la guerra faccia da sfondo alla trama