sabato 9 dicembre 2017

[Libri] Il silenzio del ghiaccio di Tess Gerritsen




Titolo: Il silenzio del ghiaccio
Autore: Tess Gerritsen
Editore: TEA
Formato: Brossura
Pagine: 346
ISBN: 9788850242740

Doveva essere un tranquillo weekend in montagna per Maura Isles, per staccare un po' dal suo lavoro di anatomopatologa e per dimenticare un amore impossibile. E invece tutto sembra andare storto. La neve scende fitta, la stradina di montagna diventa indistinguibile, navigatore e cellulare smettono di funzionare. Basta un attimo perché l'auto esca di strada. Sopravvissuta all'incidente, Maura si addentra nel nulla per cercare soccorso. Quello che trova, però, ha l'odore inconfondibile della morte... Se per Maura sta per cominciare il peggiore degli incubi, per Jane Rizzoli, detective della polizia di Boston, sta per iniziare la caccia. Perché nonostante Maura sia scomparsa, nonostante le prove evidenti di un destino terribile, Jane non è disposta ad arrendersi. A costo di scoperchiare un segreto orribile e letale.


Questo libro è molto diverso dai precedenti della serie, l'ambientazione è nuova visto che si allontana dalle strade di Boston alle quali siamo abituati per spostarsi in piena montagna e la protagonista assoluta della vicenda diventa Maura, che si trova ad affrontare una situazione inaspettata.
Per almeno due terzi del racconto ho provato una sensazione crescente di angoscia che, se all'inizio mi è sembrata adatta alla tipologia di libro che stavo leggendo, andando avanti è diventata eccessiva, tanto da spingermi a velocizzare la lettura (che comunque, come in tutti le opere dell'autrice, è sempre molto scorrevole) per arrivare alla conclusione. Personalmente preferisco le vicende ambientate in città, dove le due protagoniste sono ben posizionate nei loro luoghi di lavoro, senza digressioni.
Inoltre, non mi è piaciuto come i personaggi affiancati alla dottoressa Isles spariscano di colpo senza ulteriori accenni, ho invece trovato simpatico e interessante Rat, sono sicura che il suo rapporto con Maura ci riserverà delle sorprese nei prossimi volumi della saga.
Voto: 3/5

Partecipo a:
Leggendo SerialMente: autrici straniere (8)

giovedì 7 dicembre 2017

[Libri] Madame X di Tess Gerritsen




Titolo: Madame X
Autore: Tess Gerritsen
Editore: TEA
Formato: Brossura
Pagine: 334
ISBN: 9788850240548

Questa non sarà un'autopsia di routine. L'anatomopatologa Maura Isles ne è certa. Ad attenderla, all'ospedale, c’è una ressa di giornalisti. E, soprattutto, c'è lei: Madame X, coperta interamente da bende di lino impregnate di resina, che risalgono a duemila anni prima. I suoi organi interni sono stati asportati, solo il cuore è rimasto al suo posto, perché è lì che gli antichi egizi credevano risiedesse l'intelligenza. Madame X infatti è una mummia, ritrovata per caso negli scantinati di un museo. Quando, scansione dopo scansione, la TAC arriva alle gambe, Maura scorge qualcosa di impossibile. Un piccolo dettaglio che trasformerà definitivamente quell'autopsia a scopo archeologico in qualcosa di molto più sinistro e inquietante...


Mi è piaciuto tantissimo l'argomento che ha ispirato la trama di questo settimo capitolo della serie, l'egittologia mi ha sempre ammaliata e ritrovarmi in un'ambientazione che si muove tra scavi e musei è stato affascinante.
Rispetto a quanto riscontrato in tutti i libri precedenti, però, ho trovato la trama più piatta, i nuovi personaggi introdotti non mi sono sembrati così interessanti come era invece capitato in passato. In particolare, il personaggio di Josephine non è attraente come dovrebbe, ho continuato a sospettare di lei per tutte le pagine e alla fine non mi ha proprio convinta. Mi sono piaciute, invece, Jane e Maura, anche se da quest'ultima mi sarei aspettata qualcosa di più riguardo alla sua storia d'amore.
Purtroppo anche i colpi di scena che, come sempre, sono presenti, diventano quasi prevedibili e non sono così coinvolgenti come dovrebbero.
Voto: 3,5/5

Partecipo a:
Leggendo SerialMente: autrici straniere (7)

martedì 5 dicembre 2017

[Libri] Assassinio sull'Orient Express di Agatha Christie




Titolo: Assassinio sull'Orient Express
Autore: Agatha Christie
Editore: Mondadori
Formato: Tascabile economico
Pagine: 191
ISBN: A000127064

L'Orient-Express, il famoso treno che congiunge Parigi con Istanbul, è costretto ad una sosta forzata, bloccato dalla neve. A bordo qualcuno ne approfitta per compiere un efferato delitto, ma, sfortunatamente per l'assassino, tra i passeggeri c'è anche il famoso investigatore belga Hercule Poirot, al quale verranno affidate le indagini. Poirot, in effetti, risolverà il caso, non prima, però, di essersi imbattuto in una sensazionale sorpresa.


Il libro è un classico dei gialli, scritto dall'autrice più famosa del genere e, abituata ai thriller moderni, ho subito notato come la storia venga descritta con semplicità, senza colpi di scena e grandi stravolgimenti, senza togliere nulla alla narrazione e, anzi, spingendo il lettore ad andare avanti e portandolo a ragionare sull'enigma che ha di fronte.
Il protagonista Poirot è molto sui generis, particolare, imprevedibile e astuto. Lo stile narrativo è veloce, i capitoli si susseguono numerosi e, grazie alla loro divisione, la trama procede in modo lineare e chiaro.
Le indagini vengono descritte con un metodo empirico, senza lasciare adito a dubbi o digressioni, però i personaggi appaiono distanti ed è molto difficile creare una connessione e provare empatia.
Nonostante la continua ricerca del colpevole, si finisce col non capire chi sia e cosa sia veramente successo, arrivando a non riuscire a sospettare di alcun nome e, di conseguenza, a sospettare di tutti! La soluzione è bizzarra, una volta letta appare quasi ovvia ma proprio per questo, difficile da indovinare.

Voto: 4,5/5

Partecipo a:
La Ruota delle Letture: copertina gialla - leggi un libro con la copertina prevalentemente gialla
The Hunting Word Challenge: treno (ricollegata e in copertina)
Il Giro del Mondo in 80 Libri: Giamaica - leggete un romanzo dal quale è stato tratto un film

sabato 2 dicembre 2017

[Libri] Confusione di Elizabeth Jane Howard




Titolo: Confusione
Autore: Elizabeth Jane Howard
Editore: Fazi
Formato: eBook
Pagine: 526
ISBN: 9788893250825

È il 1942: da quando abbiamo salutato i Cazalet per l'ultima volta è trascorso un anno. I raid aerei e il razionamento del cibo sono sempre all'ordine del giorno, eppure qualcosa comincia a smuoversi: per le giovani Cazalet la lunga attesa è finita e finalmente Louise, Polly e Clary fanno il loro ingresso nel mondo. Quella che le aspetta è una vita nuova, più moderna e con libertà inedite, soprattutto per le donne. Le cugine si avviano su strade disparate, tutte sospese tra la vecchia morale vittoriana del sacrificio e un costume nuovo, più disinvolto, in cui le donne lavorano e vivono la loro vita amorosa e sessuale senza troppe complicazioni. Mentre Louise si imbarca in un matrimonio prestigioso ma claustrofobico, sul quale incombe l'ingombrante presenza della suocera, Polly e Clary lasciano finalmente le mura di Home Place per trasferirsi a Londra e fare i loro primi passi nell'agognata età adulta, che si rivela ingarbugliata ma appagante. Per quanto riguarda il resto del clan, fra nascite, perdite, matrimoni che vanno in frantumi e relazioni clandestine che si moltiplicano, i Cazalet vanno avanti a testa alta e labbra serrate, sognando, insieme ai loro amici e ai loro amanti, la fine della guerra.


Il libro si apre con un avvenimento particolarmente doloroso, mi ha colpita molto la delicatezza con la quale l'autrice sia riuscita a descrivere la perdita di uno dei personaggi principali (e uno di quelli che avevo apprezzato di più finora).
Questo terzo capitolo della saga è dedicato principalmente alle tre ragazze Cazalet, che finalmente stanno crescendo e affrontano un mondo sconvolto dalla guerra in pieno svolgimento. Mi è piaciuta molto Polly con il suo modo di affrontare la situazione e cercare di andare avanti nonostante tutto; Louise mi ha fatto tenerezza con il suo cercare comunque di inseguire i sogni anche se le cose attorno a lei stanno prendendo una piega nettamente diversa: le persone che si ritrova accanto sono perfide e meschine e spero che riuscirà a rendersene conto prima che sia troppo tardi. Di Clary ho invece apprezzato la tenacia e il non volersi arrendere.
Il personaggio che mi è piaciuto di più e che ho enormemente rivalutato è però quello di Zoe. L'ho trovata molto maturata rispetto ai primi volumi e ha ribaltato il giudizio negativo che avevo su di lei.
Così come nei capitoli precedenti non ci sono grandi colpi di scena o stravolgimenti ma il lettore è incuriosito ad andare avanti e scoprire cosa accadrà nelle vite di personaggi che ormai sono diventati di famiglia. L'unica "sorpresa" finale non mi è arrivata tale in quanto ho avuto per tutto il libro la sensazione che le cose sarebbero andate così, ora sono curiosa di scoprire come questo cambiamento si inserirà nella vita dei protagonisti.
Voto: 4/5

Partecipo a:
Leggendo SerialMente: serie proposta - Saga dei Cazalet (3)

giovedì 30 novembre 2017

[Libri] Il club Mefistofele di Tess Gerritsen




Titolo: Il club Mefistofele
Autore: Tess Gerritsen
Editore: TEA
Formato: Brossura
Pagine: 376
ISBN: 9788850237630

Peccavi, «ho peccato». Il messaggio in latino è tracciato, insieme a strani disegni, sulle pareti di una casa in cui una giovane donna è stata brutalmente assassinata. Lo scenario è da messa satanica. Un ritrovamento che turba l'atmosfera natalizia della città di Boston. Unico indizio concreto una telefonata partita dalla scena del crimine diretta a Joyce O'Donnell, la psicoioga nemica giurata di Jane Rizzoli che segue le indagini affiancata come sempre dall'amica e anatomopatologa Maura Isles. Una telefonata a cui Joyce non ha mai risposto, almeno a sentir lei: la sera del delitto, infatti, partecipava a una riunione di un circolo molto particolare, il club Mefistofele, i cui soci si dedicano allo studio del male nelle sue varie manifestazioni, convinti che Satana esista e viva sulla Terra... Jane è assolutamente scettica e li ritiene solo dei ciarlatani; Maura però finisce per lasciarsi suggestionare dal clima di occultismo e soprattutto dall'affascinante e misterioso presidente del club. Gli omicidi si susseguono in una catena che non sembra destinata a interrompersi, e presto appare chiaro che qualcuno - qualcosa? - sta portando avanti un disegno di morte che colpisce per primi gli stessi affiliati al club. In uno dei casi più sconcertanti mai affrontati, Maura e Jane devono compiere un viaggio nel cuore stesso del male, contro un nemico ben più pericoloso di quelli incontrati finora. Un nemico la cui opera è solo agli inizi.


L'argomento alla base della trama è molto inquietante ma allo stesso tempo incuriosisce, la stessa autrice lo ha studiato dopo essersi imbattuta in alcune letture e, prendendo spunto, ha costruito un nuovo caso investigativo, molto diverso dai precedenti.
Anche stavolta ho sospettato per tutto il libro della persona sbagliata, nonostante qualche indizio sia stato lasciato tra le pagine. Ho trovato sottotono Maura Isles e sinceramente non mi aspettavo l'evoluzione che c'è stata in merito al suo rapporto con uno dei personaggi che abbiamo già conosciuto negli scorsi volumi.
Anche la protagonista Jane Rizzoli qui è apparsa un po' defilata, mentre invece viene dato molto risalto viene a Lily e ai membri del club Mefistofele, in particolare a Sansone che penso ritroveremo anche nei prossimi capitoli della serie.
Non riesco ad annoverare questo volume tra i miei preferiti della Gerritsen ma il clima teso e la voglia di scoprire la verità rimangono punti saldi che, nel complesso, fanno apprezzare il libro.
Voto: 3,5/5

Partecipo a:
Leggendo SerialMente: autrici straniere (6)

martedì 28 novembre 2017

[Ricetta] Dolcetti agli agrumi

Per realizzare questi dolcetti ho preso ispirazione da una ricetta trovata sul blog Chiarapassion, l'ho modificata e ho deciso di utilizzare come ripieno la novità Rigoni di Asiago: Fiordifrutta agrumi e zenzero!


INGREDIENTI:
300 gr di farina 0
1 bustina di lievito in polvere per dolci
200 ml di acqua
200 ml di spremuta di agrumi (io ho usato 2 arance, 3 mandarini e 1 limone)
la scorza di 1 limone grattugiata
100 ml di olio di semi di mais
150 gr di zucchero di canna
Fiordifrutta Agrumi e Zenzero Rigoni di Asiago q.b.
zucchero a velo q.b.

Nella ciotola della planetaria ho mescolato con la frusta l'acqua tiepida, la spremuta e lo zucchero, quindi ho unito l'olio a filo e, poco alla volta, la farina setacciata con il lievito. In ultimo ho aggiunto la scorza del limone, ho amalgamato bene e versato in uno stampo da forno quadrato (24x24 cm).
Ho cotto in forno già caldo a 180° per circa 30-40 minuti.
Una volta raffreddata, ho tagliato la torta a cubetti e li ho farciti con la marmellata. Ho completato con lo zucchero a velo.

sabato 25 novembre 2017

[Libri] Sparizione di Tess Gerritsen




Titolo: Sparizione
Autore: Tess Gerritsen
Editore: TEA
Formato: Brossura
Pagine: 352
ISBN: 9788850242764

È la fine di un'altra dura giornata di lavoro per l'anatomopatologa Maura Isles, quando un rumore improvviso nella cella frigorifera attira la sua attenzione: una giovane e bellissima donna, il cui cadavere era stato ritrovato in mare, ha ripreso a respirare. Trasportata d'urgenza in ospedale, la ragazza appare terrorizzata, si sottrae con violenza alle cure e si rifiuta di rivelare il proprio nome. Mentre medici e poliziotti le si accalcano intorno, la situazione precipita: la giovane ruba una pistola a un agente e prende in ostaggio sei persone, tra cui la detective Jane Rizzoli, al nono mese di gravidanza e in procinto di partorire. Chi è quella sconosciuta? Perché è così disperata? Maura dovrà trovare le risposte, in una precipitosa corsa contro il tempo. Perché il conto alla rovescia è iniziato.


Di tutti i libri della serie letti finora, questo è quello che mi è piaciuto meno. L'argomento trattato è di forte impatto emotivo ma ho trovato la storia molto lenta, soprattutto nella prima parte, probabilmente perché i precedenti mi avevano abituata ad altri ritmi. Lo stile dell'autrice rimane comunque molto coinvolgente e dettagliato ma manca l'elemento che tiene incollati alle pagine.
Dopo due volumi dedicati principalmente a Maura Isles, finalmente l'attenzione ritorna su Jane Rizzoli. Mi è piaciuta molto la caratterizzazione del personaggio che ho trovato davvero particolare: la donna ha partorito da poco e si trova ad affrontare una situazione del tutto nuova e lontanissima da quella che era la sua vita. I suoi sentimenti sono descritti in modo molto umano e vero, particolarmente in linea con l'idea che mi ero fatta di lei. Un altro personaggio che viene messo in risalto è Gabriel, l'agente dell'FBI che nelle vicende passate non mi era piaciuto ma che qui sono riuscita ad apprezzare un po' di più, anche se ai miei occhi deve ancora guadagnare punti.
Spero che andando avanti con la serie torni l'adrenalina che mi ha fatto eleggere l'autrice come una delle mie preferite del genere.
Voto: 3/5

Partecipo a:
Leggendo SerialMente: autrici straniere (5)
La Ruota delle Letture: copertina bianca - leggi un libro con la copertina prevalentemente bianca